Home / Scienza / Perché esiste il vento

Perché esiste il vento

Il motore principale del vento è il Sole. Senza il suo calore infatti non ci sarebbe rimescolamento di masse d’aria nell’atmosfera.

Ma come nasce il vento?

Avrete sentito qualche volta al Meteo parlare di alta e bassa pressione.
Se leggiamo la definizione da Wikipedia:

“Il vento è il movimento di una massa d’aria atmosferica da un’area con alta pressione (anticiclonica) a un’area con bassa pressione (ciclonica).”

Quindi correnti d’aria che possono essere verticali od orizzontali, si spostano per ricercare l’equilibrio. Un po’ come quando sgonfiamo un palloncino. Al suo interno c’è una pressione più alta di quella esterna, per cui l’aria viene spinta fuori e produce un getto d’aria.

La direzione del vento non è però mai lineare da un punto di alta pressione ad un punto di bassa pressione, perchè intervengono altri fattori come la rotazione terrestre che tende a spostarlo verso destra nel nostro emisfero e verso sinistra nell’emisfero opposto.

Il vento si può misurare con vari strumenti:

L’anemometro: E’ lo strumento usato dai meterologi per misurare la velocità del vento.

Le bandieruole o segnavento: è un’insegna metallica girevole, spesso si vede sui palazzi a forma di gallo, oppure proprio come una bandiera

Maniche a vento: è un cono di tessuto, solitamente a righe bianche e rosse, che si vede spesso in autostrada o negli aeroporti.

 

Il vento seppur fastidioso è utile a tantissime cose:

  • Ha aiutato l’origine della vita, con il rimescolamento di sostanze nei mari
  • Sposta le nubi consentendo di portare acqua piovana dove non ce n’è.
  • Può essere utilizzato come fonte di energica eolica
  • Può essere usato a scopo ricreativo in tanti sport: il deltaplano, gli aquiloni, il kitesurfing, il parapendio, il windsurf
  • La barca a vela ha bisogno del vento per muoversi, senza il vento Cristoforo Colombo non avrebbe potuto trovare le americhe ed oggi non avreste nè cioccolata, nè pomodori, nè patate e nè caffè.
  • Trasporta pollini e semi per la riproduzione di piante

Quindi se in una giornata ventosa vi lamentate pensate a quante cose fa di buono per la nostra vita.

 

Leggi anche

Perché le impronte digitali sono diverse?

Le impronte digitali sono un segno di riconoscimento unico e personalissimo. Una seconda carta d’identità, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *