Home / Salute / Perché si accumula il grasso sulla pancia

Perché si accumula il grasso sulla pancia

 

E’ l’argomento sempre molto caro a tante donne, soprattutto a quelle che sono a dieta perenne eppure vedono che per quanti sforzi possano fare quel filino di pancia in più proprio non se ne decide ad andare via.

Ed ecco che si sprofonda in un pessimismo cosmico fatto di tanti: “com’è possibile che proprio non riesca a scendere? Eppure non sto mangiando molto, sto facendo esercizi, insomma tanti sacrifici e niente da fare, mi sa che è meglio rinunciare!”

ALT!

FERMA!

Non giungere a decisioni affrettate!

E se ti dicessi che in realtà quella pancetta che ti è tanto affezionata ti sta dicendo qualcosa di importante?

Non mi credi?

Ebbene sappi che i motivi per cui si tende ad accumulare grasso sulla pancia sono davvero tanti e il fatto che nonostante diete ed esercizio fisico non vada via può significare che probabilmente o sei intollerante a qualche alimento o stai sbagliando qualcosa nel tuo stile di vita.

Ma procediamo per passi e quindi iniziamo a capire perché si accumula grasso sulla pancia.

Motivi principali perché si accumula grasso sulla pancia

Partiamo col dire che anche se il grasso tende ad accumularsi anche in altre parti del corpo, quello del grasso sulla pancia è un problema che affligge oltre la metà della popolazione femminile e maschile soprattutto a partire dalla mezza età.

Per non parlare poi delle tante persone magre che loro malgrado soffrono di questo genere di accumulo e proprio non riescono ad eliminare il grasso sulla pancia senza perdere peso in altre parti del corpo.

Tutto ciò ovviamente può dipendere da differenti cause.

Cause dell’accumulo di grasso sulla pancia

Le cause dell’accumulo di grasso sulla pancia possono essenzialmente dipendere da:

Alimentazione squilibrata

La prima cosa che si tende a fare quando si nota la comparsa della ben nota “pancetta” è quella di ridurre le calorie che ingeriamo.

Ti stupirà sapere che in questo caso piuttosto che ridurre grassi e calorie, dovresti imparare a scegliere alimenti di buona qualità e soprattutto fare un’alimentazione equilibrata che aiuti a ridurre il grasso nel punto vita che segua determinati principi:

  •  fare sempre tre pasti principali che contengano una razione di proteine, alternando proteine animali (preferibilmente biologiche) a quelle vegetali (legumi, frutta secca, avocado);
  • prediligi alimenti composti da cereali integrali ed evita quelli raffinati, non perché siano più “magri” ma perché contengono più fibre e quindi ottimi per sgonfiare lo stomaco aiutandoti a regolare l’intestino;
  • cerca di eliminare lo zucchero bianco e di assumere moderate quantità di miele e zucchero di canna integrale;
  • evita fritture, margarina e mangiare troppi dolci cercando di favorire quei grassi sani quali oli vegetali quali soprattutto quello di oliva, sesamo, lino e cocco oppure di mangiare maggiormente avocado, frutta secca, pesce azzurro, semi e burro.
aaa

Intolleranze alimentari

Quante volte hai notato che ingerendo un particolare alimento, poco dopo…BOOM, la tua pancia sembrava proprio esplodere, neanche fossi incinta di 3 mesi, ebbene non hai mai pensato che potrebbe trattasi di un’intolleranza alimentare?!

Sappi che non sei l’unico, molte persone soffrono di disturbi alimentari che causano gonfiore sulla zona addominale o problemi digestivi e non se ne rendono conto.

Ovviamente a questo punto sarebbe opportuno rivolgersi al proprio medico ed effettuare i test di intolleranza alimentare che potrebbero confermare la tua intolleranza a qualche genere di alimento, come quelli contenenti glutine e lattosio.

Stile di vita sedentario

Sappi che se non lo fai, conviene che inizi a praticare attività fisica che è fondamentale per modellare il punto vita e soprattutto per aiutarti a mantenere un peso equilibrato, dal momento che lo stile di vita sedentario favorisce l’accumulo di grasso sulla pancia.

Lo sport cardiovascolare a media o alta intensità è il più indicato.

Ti basterà praticare due o tre sessioni di mezz’ora ogni settimana.

Sbalzi ormonali

Nonostante molti maschietti pensano che le donne usino questa “scusa” per giustificare tanti loro comportamenti sappiate in realtà che gli sbalzi ormonali possono causare accumulo di grasso addominale soprattutto per tutte quelle donne che si trovano nel periodo della menopausa.

Ovviamente anche ragazze o ragazzi che hanno elevati livelli di estrogeni possono soffrirne.

Per regolarizzare il livello di ormoni, anche in questo caso un valido aiuto proviene dall’alimentazione e dall’uso di alcuni integratori specifici come la maca, la patata dolce o l’agnocasto.

Nel caso di donne in menopausa, può essere utile anche l’olio di onagra.

Ovviamente col tempo numerosi problemi ormonali possono anche sparire in quanto ogni organismo può riequilibrarsi in maniera naturale.

Una cattiva postura

Se proprio non rientri in nessuna delle categorie precedenti sappi che il grasso che si accumula sulla pancia potrebbe dipendere anche da una cattiva postura.

Molti che soffrono di deformazioni della colonna vertebrale ad esempio lordosi e scoliosi, denotano un eccesso di grasso sui fianchi.

In questo caso la soluzione risiede nel praticare esercizi di rieducazione posturale che possano aiutarci a rilassarci ed essere più flessibili rafforzando allo stesso tempo la muscolatura della schiena dell’addome, accompagnati dall’intervento di un terapeuta manuale.

Quindi prima di demoralizzarti o di pensare che non ci sia soluzione al tuo problema, cerca di analizzare a fondo il problema e vedrai che quella fastidiosa pancetta finalmente sparirà.

aaa

Leggi anche

Perché si perdono i capelli

E’ sempre la stessa storia! Ogni mattina quando mi pettino, non solo rimangono molti capelli ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *