Home / Animali / Perché si dice scopa come un riccio

Perché si dice scopa come un riccio

Quante volte abbiamo sentito questa espressione o magari l’abbiamo usata nei confronti del nostro partner, per vantarci con le amiche in riferimento alle sue prestazioni sessuali.

Ma cosa può voler dire questo termine?

Ebbene il tutto fa riferimento al modo in cui il riccio si accoppia! Infatti il riccio è un animale che si riproduce con una frequenza maggiore rispetto ad altri animali anche di taglia più grande e se è vero che il rituale dell’accoppiamento può durare, ore o addirittura giorni interi, al contrario l’atto riproduttivo vero e proprio ha una durata massima di qualche minuto.

Il maschio, una volta intercettata la femmina inizia con il suo rituale: gira attorno alla femmina e cerca di farsi notare e “conquistarla”, iniziando a darle delle spinte e rosicchiarle gli aculei per farle capire che non ha intenti minacciosi. Bisogna sottolineare che i ricci non son animali pericolosi ma pacifici dal momento che utilizzano gli aculei (altro non sono che peli modificati lunghi circa 3 cm) solo per difesa contro qualche predatore.

Nel momento in cui la femmina decide di accettare l’accoppiamento, curva la schiena vero il basso in modo da schiacciare gli aculei che così non possono ferire il maschio, il quale può così “domarla” da dietro – in quanto la femmina ha la vagina situata all’estremità posteriore dell’addome – aiutandosi con la lunghezza del suo pene pari alla metà del suo corpo.

Ha luogo così il vero e proprio atto sessuale che durerà pochi minuti, al termine dei quali il maschio si allontana dalla femmina tornando alla sua vita solitaria e alla ricerca della prossima “conquista”.

Leggi anche

Perché i cani nascondono l’osso

L’altro giorno ero intenta a sorseggiare la mia tisana preferita in giardino, mentre rileggevo per ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *