Home / Salute / Perché si fa la circoncisione

Perché si fa la circoncisione

La circoncisione è la rimozione chirurgica del prepuzio, il tessuto che copre la testa (glande) del pene.

Si tratta di una pratica religiosa o culturale per molte famiglie ebraiche e islamiche, così come per certe tribù aborigene in Africa e in Australia. Tuttavia, la circoncisione può anche essere pratica come prevenzione sanitaria e per necessità mediche come ad esempio quando il prepuzio è troppo stretto per essere tirato indietro (retratto) sul glande.

Oggi, molti genitori optano sempre più spesso per far circoncidere i loro figli, non solo per via dei motivi religiosi ma anche per motivi legati alla salute.

Quando viene fatta la circoncisione?

La circoncisione è di solito eseguita tra il primo e il secondo giorno dopo la nascita (tra la popolazione ebraica, la circoncisione viene eseguita all’ottavo giorno). La procedura diventa più complicata e rischiosa nei neonati che hanno già qualche mese di vita, nei bambini a partire dai due anni di età e negli uomini.

Perché gli Ebrei devono essere circoncisi?

Il fondamento per gli ebrei di praticare la circoncidere ai loro figli è contenuto nella Bibbia (Genesi 17, 10-14), in cui si legge: “Questo è il mio patto, che voi osserverete, fra me e voi e la tua discendenza dopo di te: ogni figlio maschio tra voi sia circonciso”.

La circoncisione di neonati ebrei appartiene all’essenza stessa del giudaismo, segna l’ingresso nella comunità ebraica e simboleggia il legame tra Dio e Abramo e quindi tra Dio e gli ebrei.

Il comandamento è obbligatorio per tutti gli ebrei sia laici che ortodossi, non è solo una tradizione, ma una parte centrale dell’identità ebraica. E’ di importanza fondamentale e costitutiva per essere un Ebreo: è uno dei comandamenti più importanti dell’ebraismo e addirittura supera i comandamenti delle più alte feste ebree, Shabbat e Yom Kippur (giorno dell’espiazione), giorni dedicati al riposo dalle attività lavorative.

Come viene praticata la circoncisione?

Durante la circoncisione, il prepuzio viene liberato dalla testa del pene, e l’eccesso del prepuzio viene tagliato.

Se viene fatto nel periodo neonatale, la procedura richiede circa dai cinque ai dieci minuti. La circoncisione per gli adulti dura circa un’ora. La circoncisione guarisce generalmente tra i cinque e i sette giorni.

È necessaria la circoncisione?

L’uso della circoncisione per motivi medici o di salute è un tema che continua ad essere dibattuto.

L’American Academy of Pediatrics (AAP) ha rilevato che i benefici per la salute del neonato di sesso maschile al quale viene praticata la circoncisione, superano i rischi, ma i benefici non sono così elevati per raccomandare la circoncisione per tutti i neonati.

La procedura può essere raccomandata per i ragazzi più grandi e gli uomini come rimedio per il trattamento della fimosi (l’incapacità di ritrarre il prepuzio) o per il trattamento di un’infezione del pene.

I genitori dovrebbero parlare con il loro medico circa i benefici e i rischi della procedura prima di prendere una decisione per quanto riguarda la circoncisione di un bambino di sesso maschile. Altri fattori, come ad esempio la cultura, la religione, e preferenze personali, vengono coinvolti nella decisione finale.

Quali sono i benefici della circoncisione?

Vi sono alcune prove del fatto che la circoncisione ha dei benefici per la salute, tra cui:

  • Una diminuzione del rischio di infezioni del tratto urinario;
  • Una riduzione del rischio di alcune malattie a trasmissione sessuale negli uomini;
  • Protezione contro il cancro del pene e un ridotto rischio di cancro cervicale in partner di sesso femminile;
  • Prevenzione della balanite (infiammazione del glande) e balanopostite (infiammazione del glande e del prepuzio);
  • Prevenzione della fimosi (l’incapacità di ritrarre il prepuzio) e parafimosi (l’incapacità del prepuzio di ritornare alla sua posizione originale);
  • La circoncisione permette di mantenere più facilmente pulita la fine del pene.

C’è da tener presente che alcuni studi dimostrano che una buona igiene intima può aiutare a prevenire alcuni problemi con il pene, comprese le infezioni e il gonfiore, anche se il pene non è circonciso.

Inoltre, l’uso del preservativo durante il sesso aiuta a prevenire malattie sessualmente trasmissibili e altre infezioni.

Quali sono i rischi della circoncisione?

Come ogni intervento chirurgico, ci sono rischi connessi con la circoncisione. Tuttavia, questi rischi sono basso.

I problemi connessi o che possono derivare dalla circoncisione includono:

  • Dolore;
  • Rischio di emorragie e infezioni al sito della circoncisione;
  • Irritazione del glande;
  • Aumentato del rischio di meatite (infiammazione dell’apertura del pene);
  • Pericolo di lesioni al pene

Pertanto, è sempre buona norma valutare se è un’operazione davvero necessaria o basterebbe qualche piccolo accorgimento affinché il proprio pene non subisca troppi “maltrattamenti”.

Leggi anche

Perché si accumula il grasso sulla pancia

  E’ l’argomento sempre molto caro a tante donne, soprattutto a quelle che sono a ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *