Home / Salute / Perché si perdono i capelli
Woman running comb through hair, close up (focus on comb)

Perché si perdono i capelli

E’ sempre la stessa storia!

Ogni mattina quando mi pettino, non solo rimangono molti capelli sulla spazzola, ma ne cadono alcuni anche a terra.

Mia mamma mi ripete sempre: “non preoccuparti è il famoso tempo delle castagne quando per via dell’avvento dell’autunno cadono non solo le foglie ma anche i capelli”.

Puntualmente però mi ritrova a pensare: “si, ma nel mio caso, questo famoso tempo delle castagne sembra durare tutto l’anno”.
Così ho deciso di fare ricerche più approfondite e ho scoperto che…

 

Chi perde più capelli: uomo o donna?

La prima scoperta che ho fatto mi ha meravigliata molto e riguarda sul chi è che perde più capelli tra un uomo e una donna.

Ebbene forse anche te stupirà sapere che sono gli uomini quelli che hanno maggiori probabilità di perdere i loro capelli rispetto alle donne, soprattutto a causa della calvizie maschile.

Ovviamente la caduta dei capelli avviene anche nelle donne, ma con effetti meno dannosi rispetto ad una calvizie.

Le ragioni per cui si perdono i capelli sono davvero molte e spaziano da una semplice e temporanea carenza di vitamine, a cause più serie dovute a problemi di salute.

In molti casi, ci sono modi per trattare sia la perdita di capelli maschile che femminile.

Tutto dipende dalla causa.

Vediamo insieme alcuni motivi comuni e non per cui si tende a perdere i capelli.

Perché si perdono i capelli?

Abbiamo visto come la perdita dei capelli sia comune sia negli uomini che nelle donne e di come esistano differenti cause e quindi rimedi.

Ecco quali sono le cause più rilevanti:

TRAUMA FISICO

Qualsiasi persona che abbia subito un trauma di tipo fisico dovuto ad un’intervento chirurgico, ad un incidente d’auto o ad una grave malattia, potrebbe soffrire di perdita temporanea dei capelli. Ciò può innescare un tipo di perdita di capelli chiamata telogen effluvium.

E’ noto che i capelli hanno un ciclo di vita programmato: una fase di crescita, fase di riposo e fase di caduta. “Quando si verifica un evento davvero stressante, può sconvolgere il ciclo dei capelli, favorendo la perdita maggiore di capelli durante la fase di caduta”, spiega Marc Glashofer, dermatologo a New York City. La perdita dei capelli diventa spesso notevole tre/sei mesi dopo il trauma.

Cosa fare: la buona notizia è che i capelli cominceranno a crescere non appena il tuo corpo si risana.

GRAVIDANZA

La gravidanza è un altro esempio tipico di stress fisico che può causare la perdita di capelli.

In realtà la perdita dei capelli connessi alla gravidanza è più comune dopo la nascita del bambino piuttosto che durante la gravidanza. “La nascita è piuttosto traumatica, per questo potrebbe esserci un forte stress che comporta caduta di capelli”, dice il dottor Glashofer.

Cosa fare: se si verificano perdite di capelli, non c’è da temere: riprenderanno la ricrescita un paio di mesi dopo il parto.

TROPPA VITAMINA A

L’assunzione eccessiva di vitamina A contenuta in alcuni integratori o farmaci può innescare la perdita dei capelli, secondo l’American Academy of Dermatology. Il valore giornaliero di assunzione di vitamina A è di 5.000 unità internazionali al giorno per adulti e bambini di età superiore ai 4 anni.

Cosa fare: questa è una causa reversibile della perdita dei capelli e una volta che l’eccesso di assunzione vitamina A viene interrotto, i capelli dovrebbero crescere normalmente.

MANCANZA DI PROTEINE

Se non assumi abbastanza proteine ​​nella tua dieta, il tuo corpo potrebbe razionare le proteine bloccando la crescita dei capelli, secondo l’American Academy of Dermatology. Ciò può accadere circa due o tre mesi dopo una diminuzione dell’assunzione di proteine.

Cosa fare: ci sono molte grandi fonti di proteine, tra cui pesce, carne e uova. Se sei vegano o vegetariano, consulta il tuo medico che saprà consigliarti le proteine adeguate.

CALVIZIE MASCHILE

Circa due uomini su tre sperimentano la perdita di capelli all’età di 60 anni e ciò è dovuto alla calvizie maschile. Questo tipo di perdita di capelli, causata da una combinazione di geni e ormoni sessuali maschili, segue di solito un modello classico in cui i capelli si ritirano ai lati sulle tempie, lasciando una linea di capelli a forma di M.

Cosa fare: ci sono creme topiche come minoxidil e farmaci orali come finasteride, che possono fermare la perdita dei capelli o addirittura favorirne la ricrescita; se invece la situazione è grave una valida opzione potrebbe essere il trapianto o l’innesto dei capelli.

EREDITARIETA’

La perdita di capelli nelle donne, chiamata alopecia androgenica o androgenetica, è fondamentalmente la versione femminile della calvizie maschile. “Se venite da una famiglia in cui le donne hanno iniziato ad avere una perdita di capelli ad una certa età, allora potreste essere più inclini a questo fenomeno”, dice il dottor Glashofer.

A differenza degli uomini, le donne non tendono ad avere una linea di capelli allentata, ma la loro fronte potrebbe allargarsi con un distacco sottile dei capelli.

Cosa fare: come gli uomini, le donne possono beneficiare di minoxidil per aiutare la ricrescita dei capelli, o almeno fortificare i capelli.

ORMONI FEMMINILI

Proprio come i cambiamenti degli ormoni in gravidanza possono causare la perdita dei capelli, lo stesso può succedere quando si fa uso delle pillole anticoncezionali.

Ciò può anche causare una caduta di capelli molto intensa, e può essere più probabile che avvenga se in famiglia ci sono state storie simili. La variazione dell’equilibrio ormonale che si verifica nella menopausa può avere anche lo stesso risultato. “Si attivano gli ormoni androgeni sul cuoio capelluto”, spiega Mark Hammonds, dermatologo alla Scott & White Clinic a Round Rock, Texas. “I follicoli piliferi miniaturizzeranno e poi comincerai a perdere più capelli”.

Cosa fare: se è la pillola è il problema, parlane con il medico e opta per altri metodi anticoncezionali.

STRESS EMOTIVO

Lo stress emotivo è meno probabile che provochi la perdita dei capelli rispetto allo stress fisico, ma può accadere, ad esempio, in caso di eventi emotivi forti come un divorzio, la morte di una persona cara, o mentre si accudisce un genitore anziano.

Cosa fare: come con la perdita dei capelli dovuta allo stress fisico, il problema si ridurrà una volta superato questo periodo di stress. Per combattere lo stress e l’ansia, un valido aiuto può venire dal praticare esercizio fisico, andare in terapia o ottenere più supporto se ne avete bisogno.

ANEMIA

Quasi una donna su 10 di età compresa tra 20 e 49 anni soffre di anemia dovuta a carenza di ferro (il tipo più comune di anemia), questa provoca una perdita di capelli facilmente riparabile. Il dottore dovrà fare un esame del sangue per determinare in modo sicuro se si soffre di anemia.

Cosa fare: un semplice supplemento di ferro dovrebbe correggere il problema. Oltre alla perdita dei capelli, altri sintomi di anemia includono stanchezza, mal di testa, vertigini, pelle pallida e mani e piedi freddi.

aaa

IPOTIROIDISMO

L’ipotiroidismo è il termine medico per indicare una ghiandola tiroidea inattiva. Questa ghiandola situata nel tuo collo produce ormoni che sono fondamentali per il metabolismo, nonché per la crescita e lo sviluppo e, quando non sta pompando abbastanza ormoni, può contribuire alla perdita dei capelli. Il medico può fare prove per determinare la causa reale del problema.

Cosa fare: curarsi con farmaci specifici per la tiroide ti aiuterà a risolvere il problema. Una volta che i livelli della tiroide torneranno alla normalità, anche i capelli ricresceranno.

CARENZA DI VITAMINA B

Anche se relativamente poco comune, bassi livelli di vitamina B sono un’altra causa della perdita dei capelli.

Cosa fare: come l’anemia, la semplice integrazione dovrebbe risolvere il problema.

Un valido aiuto può venirti dagli alimenti: la vitamina B è presente in maniera naturale in pesce, carne, verdure amidacee. Come sempre, seguire una dieta equilibrata abbondante in frutta e verdura, nonché proteine ​​magre e grassi “buoni”, come avocado e noci, aiuterà a rinforzare i tuoi capelli e la tua salute generale.

SISTEMA IMMUNITARIO DIFETTOSO

Un sistema immunitario troppo efficiente può causare alopecia areata: “il corpo si confonde”, dice il dottor Glashofer, “il sistema immunitario percepisce i capelli come un corpo estraneo e li colpisce per errore”.

Cosa fare: le iniezioni di steroidi sono la prima linea di trattamento per l’alopecia areata, che appare con una perdita di capelli in zone rotonde sulla testa. Possono essere utilizzati anche altri farmaci. Il corso della condizione può essere imprevedibile, con i capelli che crescono e poi cadono di nuovo.

DRAMMATICA PERDITA DI PESO

La perdita improvvisa di peso è una forma di trauma fisico che può provocare la rottura dei capelli.

Questo potrebbe accadere anche se è stata fatta una dieta drastica. È possibile che la perdita di peso stessa stia sottolineando che il tuo corpo non sta mangiando bene e quindi si è avuta una carenza di vitamina o minerali. La perdita di capelli con notevole perdita di peso può anche essere un segno di un disturbo alimentare come l’anoressia o la bulimia.

Cosa fare: “la perdita di peso improvvisa sembra sconvolgere il sistema e avrai un periodo di sei mesi di perdita dei capelli che poi si arresterà”, dice il dottor Hammond.

CHEMIOTERAPIA

Alcuni farmaci utilizzati per combattere il cancro purtroppo possono anche causare la caduta dei capelli. “La chemioterapia è come una bomba nucleare”, dice il dottor Glashofer. “Distrugge rapidamente le cellule maligne, cioè quelle tumorali, ma anche altre cellule come quelle che regolano la crescita dei capelli “.

Cosa fare: una volta che la chemioterapia viene interrotta, i tuoi capelli torneranno a crescere anche se spesso crescono con una struttura diversa (forse ricci al posto dei tuoi soliti lisci) o di colore diverso. I ricercatori stanno lavorando su farmaci più mirati per curare il cancro, quelli che potrebbero aggirare questo e altri effetti collaterali.

SINDROME DELL’OVAIO POLICISTICO

La sindrome dell’ovaio policistico è un altro squilibrio degli ormoni sessuali femminili. Un eccesso di androgeni può portare a cisti ovariche, aumento di peso, un maggiore rischio di diabete, cambiamenti nel tuo periodo mestruale, infertilità, e anche perdita di capelli. Inoltre alcune donne potrebbero presentare maggiore peluria sul viso e sul corpo.

Cosa fare: il trattamento del disturbo può correggere lo squilibrio ormonale e contribuire a invertire alcuni di questi cambiamenti. I trattamenti includono la dieta, l’esercizio fisico e le pillole anticoncezionali, nonché un trattamento specifico per affrontare il rischio di infertilità o diabete.

ANTIDEPRESSIVI E ANTICOAGULANTI DEL SANGUE

Alcune tipologie di medicinali possono anche favorire la perdita dei capelli.

Tra di essi si distinguono alcuni tipi di anticoagulanti e farmaci che regolano la pressione sanguigna conosciuti come beta-bloccanti. Altri farmaci che potrebbero causare la perdita di capelli includono methotrexate (usato per trattare le condizioni reumatiche e alcune condizioni della pelle), litio (per disturbo bipolare), farmaci anti infiammatori non steroidei compresi ibuprofene ed eventualmente antidepressivi.

Cosa fare: se il medico stabilisce che uno o più farmaci stanno causando perdita di capelli, è consigliabile ridurne la dose o passare ad un altro medicinale.

PRODOTTI PER CAPELLI AGGRESSIVI

Un eccessivo styling o un trattamento per capelli perpetuato nel corso degli anni possono causare la caduta dei capelli. Esempi di stile estremo includono le classiche treccine, extension, nonché prodotti liscianti per capelli, o qualsiasi tipo di tintura per capelli molto forte. Poiché queste pratiche possono effettivamente influenzare la radice dei capelli, i tuoi capelli potrebbero non ricrescere.

Cosa fare: Oltre ad evitare questi stili e trattamenti, l’American Academy of Dermatology consiglia di utilizzare il balsamo dopo ogni shampoo, lasciando asciugare i capelli, limitando la quantità di tempo in cui si tiene il phon a contatto con i capelli.

TRICOTILLOMANIA

La tricotillomania, è un “disturbo da strappamento dei peli”. Chi ne soffre, in pratica  si strappa peli o capelli in maniera compulsiva. “È una specie di tic, la persona gioca costantemente tirando i capelli”, dice il dottor Glashofer. Purtroppo, questo gioco continuo può causare la perdita dei capelli. La tricotillomania inizia spesso prima dei 17 anni ed è quattro volte più comune nelle donne che negli uomini.

Cosa fare: Alcuni antidepressivi possono essere efficaci, ma una terapia comportamentale è un’altra opzione.

INVECCHIAMENTO

“Non è raro vedere la perdita dei capelli o il distacco dei capelli nelle donne che hanno un’età compresa tra i 50 e 60 anni”, dice il dottor Glashofer. Gli esperti non sono sicuri perché questo accada.

Cosa fare: gli esperti non raccomandano di trattare questa condizione, dice il dottor Hammond. Ci sono anche molti trucchi per evitare la perdita di capelli e modi per mantenere i capelli più brillanti e sani a partire dai 50 anni.

STEROIDI ANABOLIZZANTI

Se prendi gli steroidi anabolizzanti – il tipo usato da alcuni atleti per pompare i muscoli – potresti perdere i capelli, secondo l’American Academy of Dermatology. Gli steroidi anabolizzanti possono avere lo stesso impatto sul corpo come la sindrome dell’ovaio policistico, poiché il meccanismo è lo stesso, dice il dottor Hammond.

Cosa fare: la situazione migliora dopo aver smesso di prendere il farmaco.

Le cause quindi sono molteplici, l’importante è non farsi prendere dal panico e contattare subito un bravo dermatologo: l’importante è spegnere il problema sul nascere!

aaa

Leggi anche

Perché si accumula il grasso sulla pancia

  E’ l’argomento sempre molto caro a tante donne, soprattutto a quelle che sono a ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *